Pasqua e pasquetta: la primavera inizia a farsi sentire

Come organizzare le festività

La pasqua è la festa più importante per i cristiani e significa etimologicamente “passaggio”. In questa giornata i fedeli celebrano la Risurrezione di Gesù Cristo figlio di Dio. La data è mobile perché dipende dal plenilunio di primavera mentre l’origine è legata al mondo ebraico, in particolare alla festa di Pesach, durante la quale si celebrava il passaggio di Israele, attraverso il mar Rosso, dalla schiavitù d’Egitto alla libertà. per decisione della Chiesa, cade la domenica successiva alla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera. Il giorno di Pasqua dunque dipende dalla luna e può essere fissata tra i mesi di marzo e aprile: se cade a marzo o ai primi di Aprile, si dice che la Pasqua è “bassa”, se invece cade ad aprile inoltrato (come nel 2019), si dice che è “alta”.

La Settimana Santa

  • Giovedì: ricordo dell’Ultima Cena dove Gesù disse ai suoi discepoli che da lì a poco sarebbe stato tradito e ucciso. In questa occasione Gesù lavò i piedi ai suoi Apostoli, in segno di umiltà.
  • Venerdì: Passione e morte sulla Croce. I cristiani celebrano l’evento ripercorrendo le dodici stazioni della Via Crucis, un percorso dove i fedeli rivivono tutti gli episodi avvenuti durante la crocifissione.
  • Sabato: messe e lutto per la morte di Cristo
  • Domenica: Pasqua e festeggiamenti
  • Lunedì: Pasquetta o “Lunedì dell’Angelo” celebra l’Angelo cherubino che annunciò davanti al sepolcro la Resurrezione di Dio. Tale festa non è stata subito riconosciuta, ma è stata aggiunta in Italia nel dopo guerra per “allungare” i festeggiamenti pasquali.

Pasquetta al parco nel verde della collina

Passare la Pasquetta possibilmente in un parco, è una sana abitudine degli italiani. I luoghi sono tanti e i consigli potrebbero non finire mai, specialmente nelle città, dove c’è un’abbondanza di parchi pubblici.

Il Lunedì in Albis è solito convincere comitive di amici e famiglie a intraprendere gite fuori porta per godere delle prime belle giornate di Primavera. Parchi pubblici, giardini e ampi spazi all’aperto sono particolarmente apprezzati dai viaggiatori in cerca di relax durante le vacanze pasquali.

Una volta sistemato nel bagagliaio pranzo a sacco, tovaglia da pic-nic e quanto necessario per intrattenersi con gli amici, si può partire per le destinazioni ideali dove godere di scampagnate all’aria aperta. Ovviamente sperando che il meteo sia clemente per il 17 aprile dato i trascorsi.

Dove passarla ad Avigliana?

Il Parco Naturale Laghi di Avigliana, istituito nel 1980, è situato allo sbocco della Valle di Susa, ai piedi del Monte Pirchiriano su cui sorge l’antica abbazia della Sacra di San Michele, in una caratteristica zona dell’anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana, distante poco più di 20 chilometri da Torino.

L’elemento caratterizzante è rappresentato dai Laghi di Avigliana che sono, insieme alle imponenti formazioni moreniche che li circondano, una testimonianza degli ultimi due periodi glaciali. Oggi, alle soglie del loro undicesimo millennio di vita. Il parco è abbastanza conosciuto per via della presenza dei laghi e riserva grandi sorprese per coloro che sono intenzionati a passare una giornata all’aria aperta. In alcuni punti attorno al lago sono presenti attrezzature per grigliare e tavolini, soprattutto utili se si pensa ad un’ipotetica grigliata o pranzo di pasquetta.Il pur nella sua limitata estensione, riveste un notevole interesse storico e naturalistico. Per gli intenzionati a proporre qualche camminata per smaltire il pranzo di Pasqua vi interesserà sapere che vi sono ottime camminate che circondano il lago.

Etichettato , , , ,
Call Now Button